ll restauratore

Fantasia erotica di un restauratore

Sono un modesto restauratore edile, e ogni tanto come si sa, nel mio giro, il mio numero di cellulare viene dato a chi ne ha bisogno. Il mio amico fabrizio mi chiamò un pomeriggio per dirmi che aveva dato il mio numero a un signore che aveva dei problemi a casa e che gli servivo per un lavoro urgente.

Manco farlo apposta, dopo 15 minuti circa mi chiama colui che mi diceva fabrizio, mi parla del suo problema e fissiamo un appuntamento a casa sua per la sera successiva verso le 19. all’ ora prestabilita mi presento a casa sua, suono al citofono, mi aprono solo il cancello senza chiedermi chi fossi, tranquillamente entro e vado verso il portone di casa, ad aprirmi mi si prensenta una Stafiga di circa 180, capellli rossi, due tette che stavano per scoppiare dalla camicetta estiva, legata solo sulla pancia e un pacco di fica mai visto ( portava i pantaloncini ) Mi fa accomodare, ero completamente sbalordito da quanto ben di dio aveva con se, mi porto nella camera degli ospiti dove aveva un problema di umido sul soffitto, lei tranquillamente sali sulla scala che aveva gia preso, per farmi vedere il danno, ma io ero preso a guardargli il culo, stupendo, non aveva nemmeno un perizoma, lei si giro e si accorse che la guardavo, tranquillamente mi disse ” ma non hai mai visto una donna!? ” e io prontamente gli risposi ” bhe, di donne ne ho viste, ma con un culo favoloso cosi, prorpio no !! ” Si mise a ridere, scese dalla scala e mi porto sul divano, mi fece sedere, lei si mise davanti a me, e a pecorina si abbasso il pantaloncino, avevo ragione, era senza perizoma, e mi disse ” cosi lo vedi meglio? ” mi inginocchia per vederlo meglio ancora, ma la mia lingua scivolo via tra quel solco di culo, gli allargai le chiappe e leccando gli infilai due dita dentro, lei si giro, mi sedette e mi tiro fuori il cazzo, comincio un pompino favoloso, ero terrorizzato dall’idea che arrivasse il marito e col cazzo che mi stava scoppiando, quando vide che stavo per venire, si sedette su di me, infilandoselo tutto in culo, mise i suoi piedi sul divano e comincio a pomparselo nel culo, io intanto gli masturbavo la fica e gli tiravo i capezzoli, erano durissimi, non ce l’ho fatta più, gli ho sborrato tutto in culo, lei sentendo il calore della sborra in culo, venne in come una fontana, sentivo i suoi umori sulle mie cosce, la alzai e la misi a pecorina, sul divano, e quando vidi che la mia sborra gli stava per riuscire, gle la spalmai con la ingua fino al clitoride, era impazzita dal piacere, mi disse ” mio marito non me l’ha mai fatto ” e gli risposi, ” si vede che non ti sa scopare ” . Mi vestii e me ne andai col cazzo ancora sporco di piacere, lei mi saluto con un lingua a lingua bellissimo, mentre ero in macchina, mi squilla il cellulare, era il marito che mi disse ” senti, ho parlato adesso con mia moglie, a riguardo del prezzo va tutto bene, ma vorrei che mi cominciassi subito il lavoro, non mi piace avere casa in disordine” cominciai il lavoro la settimana successiva, e il lavoro che doveva durare 3 giorni ce ne ho messi quasi 10, e tutti i giorni era una scopata favolosa, e poi dicono che a Roma non si lavora bene!!!!! Se vi serve un restauratore, non fatevi problemi, posso aiutarvi se volete!!!!! ciao a presto